Concorso Nazionale di Poesia

“Masio Lauretti”

Premiati due alunni del Toscanelli

In un tempo in cui nulla segue un andamento ordinario, la straordinarietà della poesia irrompe con tutta la sua forza, ta, regalandoci emozioni sempre nuove, attraverso l’estro e la sensibilità di ragazzi  che si aprono alla vita.

L’occasione è stata offerta dal Concorso Nazionale di poesia “Masio Lauretti” – intitolato ad un medico di Aprilia.

Su 500 poesie la Giuria, di cui è presidente onorario Enzo Siciliano, l’autore di Romanzo criminale, ne ha selezionate due, per concorrere al premio finale, composte dagli alunni dell’attuale classe III C C.A.T: Nicolas Sabino e Federico Montis.

Ai due alunni, alla loro prima pubblicazione presso la casa editrice “Il pettirosso”, il plauso del Consiglio di classe e di tutto l’Istituto per averlo degnamente rappresentato.

 

Fuori. Io e lei.

Fuori piove. E io no, non mi copro.

Fiori sì, per me. Cado giù nel vuoto,

Sei fuori, come me. No, non ti odio.

E dovrei, ma non voglio.

Non ti trovo dentro di me , forse non ho un corpo

O non hai mai pensato che

non dormo, resto alzato?

Lo faccio in modo che tu diventi sensata.

Lei lo sa che l’ho sempre pensata .

Qualcuno l’aspetterà

per darle ciò che lei, lei, vorrà

Che un genitore no, non le dà.

Federico Montis

 

Amore invernale

La notte eterna è ormai arrivata

Un solo sguardo dei tuoi occhi

Inonda i miei.

Rosa d’inverno,

Sei come un respiro d’amore.

Notte d’incanto,

resta con me.

In questo buio

vieni con me.

Sussurriamo,

con un gotico respiro,

la luna

per sempre.

Nicolas Sabino

.